sabato 6 maggio 2017

scrapbook layout | take care

Nuova ispirazione del mese sul blog di Scrappiamo Insieme! Potete vedere qui il vincolo di questo mese ed i progetti delle altre ragazze del team. Qui sotto invece vi mostro la mia pagina

scrapbook layout "take care" by kushi | www.kkushi.com

Questo layout è stato un po' difficile da realizzare. Avevo in mente l'impostazione con i triangoli e fin lì non ho avuto problemi (mi ha ispirato questa parete trovata su Pinterest!). Ho creato un semplicissimo documento con Photoshop con i tre triangoli in basso da stampare e creato poi una traccia con Illustrator degli stessi triangoli per tagliare solo il contorno su Bazzill bianco con la Silhouette Cameo. Fin qui è stato facile e la disposizione mi ha convinto sin da subito.

scrapbook layout "take care" by kushi | www.kkushi.com

Ah forse potrei dirlo già da ora che questa pagina mi piace da impazzire, ma ho avuto delle difficoltà iniziali perché dopo aver pensato al punto di partenza non avevo una cosa particolare di cui parlare. Avevo scelto due foto che sì mi piacciono, ma guardandole non riuscivo neanche a trovare un titolo. Una vaga idea di quel che volevo dire l'avevo, ma ancora non ero convinta. Ho comunque stampato i triangoli del fondo utilizzando dei colori che si adattavano bene alle foto scelte, ho tagliato gli altri triangoli ed ho iniziato a lavorarci. Il titolo ancora non mi veniva, i colori non mi piacevano. Così ho iniziato a sentire un po' il peso del dover fare la pagina. Non avevo la scadenza vicina sia chiaro, però avevo organizzato la settimana in modo da avere solo quel giorno ed il successivo per lavorarci (mi lascio sempre due giorni per fare i layout, difficile che riesca in un tempo minore e poi mi piace dormirci su). Il risultato dopo qualche ora era solo antipatia... Ho così lasciato stare.

scrapbook layout "take care" by kushi | www.kkushi.com

Il giorno dopo ho riflettuto un po'. Questo non è un periodo facile, non son qui oggi per parlarne, lo farò probabilmente più in là, come sempre... Sto impegnando tutto il tempo che ho per fare ciò che mi rende felice, ma forse mi rendo conto di esagerare, di pretendere un po' troppo. Sto cercando di portare avanti dei progetti e mi sono anche lanciata in una strana "avventura" che mi entusiasma davvero tanto ma è abbastanza impegnativa (se avete sentito parlare di Miracle Morning sapete di cosa si tratta). In pratica sto cercando di tenere impegnata la mente il più possibile. Riflettendo su questo e su quanto io pretenda troppo, ho trovato di cosa avevo voglia davvero di parlare. Sono tornata sulla pagina, ho ristampato la base con altri colori, anche se sono sempre gli stessi non fa niente. Ho stampato una mia foto che mi piace molto ed ho deciso di utilizzare come contorno del layout la patterned che in assoluto ho amato di più da quando ho iniziato a scrappare.

scrapbook layout "take care" by kushi | www.kkushi.com

Come titolo quello che mi ripetevo nella testa. L'alfabeto chipboard è di American Crafts, vecchio di anni, ma uno dei miei preferiti. In basso ho scritto a mano la seconda parte con il Tombow Fudenosuke hard tip. In genere uso quello con la punta morbida, ma questa volta volevo un tratto più sottile ed una dimensione minore. Mi piace molto il risultato. Ovviamente la punta dura si adatta meno alla trama del Bazzill, ma questo effetto non perfetto ha sempre il suo fascino.
Come journaling, stampato a lato direttamente sulla base, ho semplicemente usato le mie riflessioni di quella mattina.

scrapbook layout "take care" by kushi | www.kkushi.com

Sono così passata da una pagina che non mi stava piacendo a qualcosa che sento estremamente mio, in cui ritrovo tantissimi elementi che amo ed un messaggio per me che dovrei tenere in considerazione più spesso.
Ho aggiunto poi vari abbellimenti, soprattutto chipboard Crate Paper, ma anche Pink Paislee... quel diario con i fiorellini è adorabile. Qualche timbro, una vecchissima tag presa all'Ikea, del twine, qualche sticker, enamel dots... il solito insomma.

Mi piace e crearla mi ha fatto stare bene.
Alla prossima!

mercoledì 3 maggio 2017

scrappin'planner | settembre ed ottobre 2016

Oggi sono qui per pubblicare un riepilogo dei mesi di settembre ed ottobre 2016 sul mio scrappin'planner. Sono pagine che ho pubblicato sul blog Scrappin'planner come membro del design team.

Potete trovare i miei articoli qui:
Pubblico insieme questi due mesi, perché sono stati realizzati a poca distanza l'uno dall'altro ed hanno un'impostazione simile.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 | www.kkushi.com

Dato che io sono molto più "dalla parte dello scrap" rispetto al planner, per me il set up non ha da subito svolto un ruolo importante. Non me lo son filato proprio, lo posso dire? eheheh Vedevo il planner come un semplice album scrap e quindi non gli ho dato grande importanza. Quindi qualcosa di molto semplice, una foto e pochissimi abbellimenti che spuntano anche quando sfoglio le pagine, questo sì che mi piace. Per il futuro vorrei applicarmi un po' di più!

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 2| www.kkushi.com

Visione mensile di settembre. E' stata la prima prova con la macchina da scrivere, bellissimo! Per i giorni del mese timbrate chiare per poterci scrivere su. Qualche decorazione e soprattutto foto. Questo è il metodo che utilizzo ancora adesso, anche se per i prossimi vorrei provare a fare qualcosa di differente, devo pur inventarmi qualcosa per movimentare le cose!

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 3| www.kkushi.com

Questa è una delle mie pagine preferite. Quello "smile everyday" preso dai miei diecut sta benissimo con il fondo a righe! E la cornice a destra completa il tutto. Anche in questo caso impostazione sempre uguale con foto rappresentativa e date importanti scritte a macchina.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 4| www.kkushi.com

Una delle mie pagine con impostazione base: foto-titolo-journaling. A destra un esperimento: una pagina di obiettivi con delle pennellate fatte al pc e poi varie scritte, timbrate, brush lettering e stickers. Il risultato mi piace molto.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 5| www.kkushi.com

Ancora pagine abbastanza semplici. La mia impostazione per lo scrappin'planner prevede un solo evento per facciata, quindi due a settimana. Mi piace spesso inserire ricette o racconti dei piatti che mi piace cucinare! O almeno prima che iniziassi un'alimentazione particolare che mi hanno dato al centro cefalee... ora cucino molto poco perché mi è passata la voglia dato che non posso mangiare nulla...

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 6| www.kkushi.com

Ed ecco qui infatti l'elenco dei cibi che non posso mangiare... l'ho voluto inserire come ricordo. A destra una bustina invece di una pagina per raccontare solo con le parole il weekend. La pagina base del planner è stata quindi sostituita. E' una cosa che faccio spesso, con una bustina come in questo caso oppure uso una patterned come base, per aggiungere un po' di colore.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 7| www.kkushi.com

Pagina multifoto, washi e un po' di brush lettering. Trovate il video di come l'ho realizzata qui.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 8| www.kkushi.com

Inserto con page protector, foto ed abbellimenti che lasciano vedere le scritte della pagina successiva. Mi piace tantissimo! A sinistra la partecipazione del matrimonio della mia amica.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 9| www.kkushi.com

Questa è la pagina successiva, foto-titolo-journaling a macchina da scrivere. Queste combinazioni con i page protector "alla project life" mi piacciono sempre moltissimo.
Finisce così settembre, con una pagina di riepilogo di solo testo che non ho fotografato.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 10| www.kkushi.com

Ed ecco ottobre. Impostazione molto simile per visione mensile e pagine interne.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 11| www.kkushi.com

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 12| www.kkushi.com

Pagina senza foto, con un elenco di cose varie successe durante la settimana. A destra solo una patterned che amo particolarmente e mi piaceva lasciare così senza nulla. C'è giusto una timbrata ed una clip in alto.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 13| www.kkushi.com

Sul retro impostazione base montata su patterned. Anche in questo caso ho eliminato la pagina del refill originale. A destra un elenco di piccole cose quotidiane. Sempre a macchina da scrivere.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 14| www.kkushi.com

Questa volta a sinistra foto-journaling e un po' di brush lettering. A destra un inserto con un mio layout.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 15| www.kkushi.com

Altra pagina su una ricetta che facevo spesso.

scrappin'planner by kushi settembre ottobre 2016 16| www.kkushi.com

Altre pagine abbastanza semplici, con gli elementi base. Per non rendere completamente inutili i refill originali, ogni tanto cerchio con un pennarello il giorno della settimana di cui sto parlando. Il resto della parte scritta la ignoro il più delle volte.
Ed è finito così anche ottobre con la pagina di riepilogo di solo testo.

Per il 2017 sono rimasta un po' indietro causa imprevisti vari. Ho mantenuto un'impostazione simile. Però con il journaling sono andata meglio, grazie all'organizzazione particolare che gli ho dedicato. In questo modo, anche se sono indietro, i testi che vado ad inserire sono stati scritti sul momento e non perdo nessun ricordo!

Questo era un riepilogo di lavori già postati sul blog di Scrappin'planner. Mi raccomando leggete anche gli articoli delle altre ragazze, pieni di idee ed approcci differenti. Ognuna porta il suo mondo all'interno del planner ed è davvero interessante vedere quanti approcci diversi si possono avere!

A presto con un nuovo layout!

venerdì 28 aprile 2017

home decor | una mensola per la scraproom e quando ci si innamora di una carta...

Nuovo progetto sul blog di Scrap It Easy! Una mensola esagonale utile per inserire post-it o farla diventare una sorta di mood board, ma che con qualche trucchetto rimane molto versatile con le stagioni che passano... E' iniziato tutto da questa carta che vedete sul fondo... amore a prima vista! Dovevo realizzare qualcosa che la valorizzasse e mi permettesse di ammirarla! Ma potete leggere il resto delle mie divagazioni qui.

home decor | mensola esagonale per scraproom di kushi per Scrap It Easy www.kkushi.com

Una cosa che mi preoccupava del tornare a far parte di un design team era proprio il fatto di dovermi confrontare con impegni diversi da quello di fare solo layout. Mi ricordo quando anni fa facevo una fatica immensa a realizzare cose di questo genere, home decor e progetti vari. A volte anche semplici card mi pesavano un po'. Mi è capitato anche che i progetti realizzati poi non mi piacessero per niente. Questo ha messo in discussione spesso la mia capacità di poter partecipare a dt, perché si sa che io sono sempre fin troppo severa con me stessa eheheh

Invece è bastato semplicemente del tempo ed un po' di esperienza per riuscire a trovare il mio personale modo anche per fare progetti di questo tipo e rimanere soddisfatta del risultato. Ma questo succedeva prima che smettessi temporaneamente di scrappare... ma se dovessi ricominciare da capo e scoprissi di non esser più capace? Sì sì ho avuto qualche dubbio...

Ho cercato però di organizzarmi per tempo, pensare bene a qualcosa che volessi realizzare davvero... e sinceramente non vedevo l'ora di "avere una scusa" per comprare questa bellissima mensola di Tiger ahahahah "eh ma devo fare un progetto!". Non ricordo neanche l'ultima volta in cui ho fatto un home decor, però il risultato mi piace davvero tanto, non faccio altro che guardarla ahahahah

home decor | mensola esagonale per scraproom di kushi per Scrap It Easy www.kkushi.com

Spero piaccia anche a voi e che magari vi dia la "scusa" per fare un po' di shopping... perché avete in mente un progetto!

A presto

mercoledì 26 aprile 2017

manifesto scrap | 2017

Recentemente ho più volte fatto riferimento al mio manifesto scrap e alla voglia di aggiornarlo per renderlo più attuale e pertinente al mio modo di fare scrap oggi. Perciò eccomi qua con la nuova versione e per l'occasione mi è anche venuta la folle idea di farci un layout... così giusto per rendere la cosa più divertente!

scrapbook layout | manifesto creativo di kushi www.kkushi.com


Voglio prima aggiungere giusto due righe di introduzione per spiegare come nasce questo termine e cosa sta ad indicare. Un manifesto scrap (o manifesto creativo) è un elenco in cui si fissano i punti fondamentali su cui si basa il proprio modo di far scrap. Possono essere regole specifiche e pratiche come la gestione dei colori o degli elementi, ma anche meccanismi che aiutano l'ispirazione e rituali creativi. Il manifesto scrap non è un punto di partenza per chi fa scrapbooking, non si può stilare come fosse un proposito. E' un qualcosa che si delinea con il tempo e con la consapevolezza del proprio percorso creativo, quando si raggiunge quello che spesso si definisce il proprio "stile".

L'idea non è mia sia chiaro! Anche nella mia prima versione c'è il riferimento all'ideatrice, che altri non è che Ali Edwards. La mia scrapper preferita in assoluto, non perché io abbia uno stile simile al suo nonostante adori tutto quel che crea, ma perché da sempre mi ha trasmesso la voglia di raccontare la mia storia ma soprattutto il mio processo creativo, raccontare di scrap. Conservo gelosamente il libro di scrapbooking che mi ha ispirato tutto ciò e che contiene anche un poster con il manifesto creativo della stessa Ali, da lì l'idea di fare questa volta un layout. Mi piace la sua filosofia scrap e cerco da sempre di seguirla.

Direi che è il momento di iniziare. Prima di tutto ho riletto con attenzione la versione precedente, per avere un filo conduttore e da lì analizzare e sviluppare la situazione attuale. Superando le risate e i miei "ma cosa cavolo ho scritto", ma soprattutto la voglia di cliccare su modifica ed andare a correggere i vari errori di battitura... mi soffermo come prima cosa sul fatto che sia suddiviso in regole. Nonostante io ami da sempre le regole, adesso mi sentirei più di chiamarli punti, per evitare di dare una priorità. Regola numero 1 mi suona male oggi... ma son dettagli... Procediamo!

scrapbook layout | manifesto creativo di kushi www.kkushi.com

Punto primo: intento

Tutto quel che creo nasce soprattutto dal bisogno di raccontare una storia e credo di averlo ormai detto fino alla nausea! Già nella prima versione del manifesto ero arrivata a questa conclusione, vedendo i miei primi approcci spesso fallimentari. Quando ci si avvicina allo scrap è normale conoscere pian piano tutta la community e seguire blog di sfide. Lo è adesso, ma lo era anche dieci anni fa quando ho iniziato io. C'erano pochissime sfide, seguivo quelle di Scrapbookiando, uno dei forum più popolato in quel periodo in cui ho conosciuto molte delle scrapper che stimo tantissimo ancora adesso. Le sfide sono uno strumento utilissimo perché permettono di sperimentare in questo nuovo campo e, dai risultati, capire cosa fa per noi. A volte si finisce col realizzare cose di cui non si è contenti, prendere i vincoli o uno sketch troppo alla lettera e non amare poi il risultato finale. Io sono contenta di aver fatto questi errori in passato, ma anche di aver capito subito come adattare vincoli e sfide al mio modo di fare scrap e non l'opposto. Stessa cosa vale quando si fa parte di design team. Non è sempre semplice ed io ho avuto bisogno di diversi anni per imparare a gestire questo tipo di impegno mantenendo la mia natura. C'è chi è fortunato e ci riesce senza difficoltà! Da qui questo primo punto, come in passato in cima alla lista. Mantenere sempre in primo piano l'intento e la motivazione che ci spinge a scrappare.

scrapbook layout | manifesto creativo di kushi www.kkushi.com

Punto secondo: formato

Inevitabilmente esiste un formato nello scrap che è il nostro preferito, che fa parte della nostra comfort zone. Per me si tratta dei layout 30x30 cm (12x12 inch). Questo è il formato che mi riesce naturale adottare per raccontare le mie storie, perché mi permette di mantenere quegli spazi "bianchi" o vuoti che per me sono fondamentali. Con il tempo ho provato ed apprezzato altri formati che amo tutt'ora utilizzare (il 6x12 inch che anni fa usavo tantissimo, il 6x8 inch degli handbook di Studio Calico, l'A5 dei planner CarpeDiem). Ogni formato ha le sue regole di impaginazione e se all'inizio risultano difficili, trovato il trucco, aiutano a non perdersi nella monotonia ;)

Punto terzo: layout, livelli e cura del dettaglio

Layout nel senso di impostazione, disposizione degli elementi. Quando ho deciso quale fosse lo stile che più si prestava al mio modo di fare scrap, guardando e riguardando gallery e salvando tutto ciò che amavo, l'ho chiamato "acciuffato". Il primo termine che mi è venuto in mente, che voleva indicare una disposizione degli elementi tutti vicini tra loro come unico punto di interesse nella pagina. Ogni elemento doveva toccarsi ed inoltre doveva trovarsi sovrapposto a qualcosa. Era fondamentale il concetto di livelli. Ho seguito questo stile per molti anni, ritrovando ancora oggi molti punti in comune, ma arrivando ad un approccio diverso. Sono sempre attenta alla posizione dei vari elementi nella pagina, ma ho perso quella necessità di avere un pezzo unico (sì perché quando realizzavo una pagina, una volta incollati tra loro i vari elementi, avevo un pezzo unico da fissare alla base del layout) a conclusione del mio lavoro. A suo tempo avevo già fatto alcune riflessioni su come il mio esser chiusa incidesse su questo approccio. Mi ero accorta che nei periodi in cui mi aprivo di più al racconto, lo spazio che occupavo con gli elementi aumentava. Credo anche il journaling fosse penalizzato dall'acciuffato: o era nascosto o proprio assente.
Cosa è cambiato ora? Amo ancora certi meccanismi di sovrapposizione, fondamentali ad un altro aspetto a cui tengo molto: la cura dei dettagli. Ogni piccolo abbellimento deve esser posizionato in un certo modo con cura, deve far parte della pagina ed interagire con ciò che ha vicino.
In passato parlando di livelli mi riferivo fondamentalmente a sovrapposizioni di carte ed elementi con uno spessore, mentre ora il concetto di livello per ma va insieme a quello di varietà. La sovrapposizione per me ora coincide con un alternarsi di elementi diversi che partono dalla base come colori, pennellate, pattern sul fondo, timbri, stickers o die cut per finire con abbellimenti con un certo spessore. Con il tempo perciò ho favorito la cura del dettaglio rispetto alla quantità e agli spessori. Altro punto importante che mi ha fatto andare in questa direzione è lo studio, la sperimentazione, i piccoli accorgimenti nei dettagli che mi hanno fatto amare ogni singolo elemento dei miei lavori e fatto venir meno la voglia di sovrapporre e coprire. Ora voglio che ogni dettaglio si veda chiaramente. Non ho mai puntato sulla quantità, anzi in passato ero molto più minimal ed essenziale. Ora mi sembra di aver trovato un giusto compromesso. Prima di concludere un lavoro cerco sempre di aggiungere altro eheheh (come con questa pagina...)
Quindi ricapitolando il mio "acciuffato" ha seguito un'evoluzione dettata dalla voglia di mostrare i piccoli dettagli, arrivando così ad una impostazione più ampia, sempre studiata e sempre con una percentuale di spazio "bianco" o vuoto che mantenga l'attenzione su ciò che è importante. Rimane l'attenzione verso gli spessori. Cerco sempre il giusto equilibrio tra gli elementi sullo stesso piano della base e quelli spessorati, ma non cerco più di forzare con livelli dello stesso materiale.

scrapbook layout | manifesto creativo di kushi www.kkushi.com

Punto quarto: elementi

I tre elementi base dello scrap, foto-titolo-journaling, sono per me fondamentali. Devono esserci sempre. A volte mi concedo l'assenza del journaling, spesso nel caso sia troppo lungo, ma solo quando so di raccontare quella storia in un'altra occasione. Capita nei layout, quando so di scrappare una foto o un argomento anche nel mio planner.

Punto quinto: 3 e triangoli

Questo è un altro punto a cui ho dedicato sempre molta attenzione in passato. Ero attenta sempre a mettere gli abbellimenti o singoli o a gruppi di tre. Chi mi conosce da tanto forse ricorderà i tre puntini neri con il DottaRiffic. Cosa ho mantenuto di questa abitudine? Sicuramente la tendenza ad avere il numero tre e la presenza di zone di abbellimenti disposte a formare un triangolo. A volte però non rispetto questa regola e lascio al caos totale autonomia ahahahah Quel che ho cambiato però riguarda la varietà. Se prima mettevo tre strass a formare un triangolo, possibilmente di almeno due dimensioni diverse, ora cerco di avere sempre piccole zone di abbellimenti tutti diversi, quindi elemento in legno, strass o enamel dot, sticker o chipboard. Non è quindi solo la dimensione a variare ma anche la tipologia. Nel caso degli enamel dot o strass può capitare ancora di inserirne tre insieme al resto degli elementi. Questi sono come dei jolly!

scrapbook layout | manifesto creativo di kushi www.kkushi.com

Punto sesto: colori

Dico sempre che dopo aver conosciuto lo scrap ho imparato ad amare i colori, tutti. Mi fa troppo ridere rileggere questo punto nel primo manifesto scrap... parlo del rosso come tra i miei colori preferiti e dico addirittura che in ogni cosa devo aggiungere un tocco di rosso! Sacrilegio!!! Ahahahah Posso dire con sicurezza che al momento il rosso è uno dei colori che meno amo purtroppo. Ma si sa che con i colori si va a periodi, così come per gli abbinamenti. Continuo a prediligere combinazioni di 3 colori, mai di più, a meno che non si tratti di un lavoro che abbia proprio l'intento di giocare con tutti i colori. Quel che ho cambiato con il tempo è la quantità del terzo colore nell'abbinamento. Se prima li usavo tutti e tre nella stessa quantità, ora preferisco concentrarmi solo su due ed aggiungere solo piccoli dettagli del terzo. Tra i miei abbinamenti preferiti al momento c'è sicuramente acqua o menta/rosa/giallo, a volte l'arancio sostituisce il giallo o ancora più recentemente è l'oro a sostituirlo. Sempre recente è l'amore per il blu navy ed il giallo insieme, con dettagli dorati.
Il mio punto debole rimane lo sfondo... pur amando alla follia le carte patterned (soprattutto quelle geometriche), non posso far a meno di adorare gli sfondi con il Bazzill bianco, perché è quello che mi permette di giocare di più con i colori, provare acquerelli, pennellate e che fa risaltare di più ogni singolo colore.

scrapbook layout | manifesto creativo di kushi www.kkushi.com


Ovviamente, come per tutte le regole di cui ho parlato finora, non rispetto sempre tutte queste linee guida (non l'ho fatto neanche in questa pagina manifesto eheheh). Le eccezioni ci sono, quel "qualcosa di troppo" mi capita, così come mi capitano errori e pasticci. Semplicemente li accetto.

Ricordo che queste sono linee guida che ho raccolto in questo post dopo aver analizzato il mio recente modo di far scrap, non si tratta di cose a cui penso sempre prima di iniziare un progetto.

Siamo così arrivati alla fine di questo manifesto scrap. Credo di aver detto tutto... Spero sia stata una lettura interessante e se per caso vi ho fatto venir voglia di scriverne uno anche voi, fatemelo sapere! Condividete qualche punto con me?

Al prossimo post!

venerdì 21 aprile 2017

Koh-i-Noor | scrapbook layout "choose happiness"

Una nuova pagina per Koh-i-Noor Italia S.p.A. in cui ho utilizzato i Dual Brush per realizzare uno sfondo ed il Fudenosuke Soft tip per la scritta in nero.

scrapbook layout di kushi per Koh-I-Noor Italia S.p.A. con Tombow Dual Brush e Fudenosuke

Per questo layout ho steso i colori con i Dual Brush direttamente sul Bazzill bianco e poi con un pennello con serbatoio d'acqua ho dato un effetto acquarellato. Per ogni colore, ho scelto una tonalità più scura da utilizzare su un clear stamp e timbrare quindi la stessa frase per tutti i colori scelti.

scrapbook layout di kushi per Koh-I-Noor Italia S.p.A. con Tombow Dual Brush e Fudenosuke

Una volta terminata la parte colorata, ho tracciato delle linee e scritto una frase con il Fudenosuke. Ho concluso poi la pagina inserendo la foto, il titolo, altri timbri in nero, qualche stickers ed abbellimenti vari per dare un po' di spessore. Ho poi inserito il Bazzill in una cornice di patterned paper che riprende con i pois il motivo dei thickers del titolo.

Potete vedere tutto nel dettaglio nel video qui sotto.


Alla prossima!

sabato 15 aprile 2017

scrapbook card | buona Pasqua per Scrap It Easy e divagazioni su impegni e scadenze

Buongiorno! La Pasqua è ormai arrivata ed io per l'occasione ho realizzato una card, ma come mio solito ho dovuto inventare qualcosa senza materiali dedicati a questa festa! Andate sul blog di Scrap It Easy per vedere cosa ho combinato!

Scrapbook card di buona Pasqua di kushi per www.scrapiteasy.com

Si tratta del mio primo post come membro del design team! Chi mi segue su Facebook sa che recentemente sono entrata a far parte di due nuovi design team e non potrei esserne più contenta.

A me piace avere scadenze ed è un ottimo metodo per spingersi oltre la propria comfort zone. In questo periodo sentivo proprio la necessità di avere un piccolo "obbligo" nello scrappare, nel senso buono ovviamente. Se anche avevo cercato di prefissarmi un layout a settimana, evidentemente la mia autorità verso me stessa non è poi così forte ahahahah e io sono un tipo molto severo con me stessa eh! Inevitabilmente invece, sapere di avere un impegno verso un'altra persona o un gruppo mi assicura di rispettare la scadenza. Prendo molto sul serio gli impegni, perciò con me questo metodo funziona perfettamente 😉 Inoltre avere un vincolo o dover rispettare qualche regola delle varie sfide proposte stimola la creatività e permette di fare cose un po' diverse dal solito e direi che ci vuole proprio!
Sono sola in questa follia? Oppure anche per voi avere una scadenza stimola di più la creatività?

Approfitto di questa card per augurare a tutti voi una felice e serena Pasqua!
A presto

giovedì 6 aprile 2017

scrapbook layout | hey girl

Parte oggi la nuova ispirazione del mese su Scrappiamo Insieme! Andate sul blog a vedere tutte le interpretazioni del design team ed il vincolo scelto.
Qui di seguito la mia pagina.

scrapbook layout "hey girl" di kushi per Scrappiamo Insieme | www.kkushi.com

Un layout dedicato alla mia nipotina Sofia e a quanto ci diverte quando cerca di imitarci come in questo caso, guardando me o il papà quando ci poggiamo sul lato della porta ed incrociamo la gamba. Lei si avvicina e fa la stessa cosa, ma lo ripete con gioia anche se semplicemente le chiediamo di farlo... da qui la foto :) Ah come potete vedere dalla foto è una fan dei carboidrati come la zia ;)

scrapbook layout "hey girl" di kushi per Scrappiamo Insieme | www.kkushi.com

Avete notato lo sfondo??? Non è un Bazzill bianco! E' stato il mio punto di partenza, l'ho fatto proprio di proposito. Ho tantissime carte, soprattutto rosa, con dei pattern non troppo invadenti che si prestano perfettamente all'utilizzo come base. Questa poi aveva la tonalità perfetta per la felpa che indossa Sofia nella foto.
La pagina ha un unico blocco di elementi che infatti ho incollato tutto insieme sul fondo: la striscia di patterned piegata su se stessa ad accogliere foto e abbellimenti.

scrapbook layout "hey girl" di kushi per Scrappiamo Insieme | www.kkushi.com

Qui il dettaglio della zona più densa di abbellimenti ovvero la piega della carta. Da questa foto si vede che l'ho lasciata poi spessorata. Il titolo fa parte di una chipboard unica della CratePaper. L'andamento curvo a ricordare un festone mi ha ispirato la stessa forma, ma speculare, per il journaling. Non volevo andare a formare un cerchio, per questo motivo non ho allineato di proposito i due elementi.

scrapbook layout "hey girl" di kushi per Scrappiamo Insieme | www.kkushi.com

Il journaling è scritto e stampato a pc. Per inserire il testo dove volevo io, ho segnato a matita sulla patterned i punti in cui volevo iniziasse e finisse il testo e l'ho scansionata. In genere mi regolo misurando con un righello e posizionando poi il testo semplicemente. Questa volta ho scansionato perché volevo un risultato più preciso.

scrapbook layout "hey girl" di kushi per Scrappiamo Insieme | www.kkushi.com

Ancora qualche abbellimento e timbrate...

scrapbook layout "hey girl" di kushi per Scrappiamo Insieme | www.kkushi.com

Nonostante l'assenza del Bazzill bianco, mi piace tantissimo il risultato. Trovo che si adatti bene ad una pagina per l'album di una bimba... io sono nuovissima in questo "campo"! Ma spero di realizzare tante pagine che ricordino i piccoli momenti quotidiani, che potranno farla sorridere da grande.

Alla prossima!

lunedì 3 aprile 2017

scrapbook layout | tombow

Inizio oggi ufficialmente la mia avventura come membro del design team di Scrappiamo Insieme. Inizio con quel che amo più fare, ovvero un layout 30x30! E, dato che volevo giocare con i colori, non potevo non dedicare questo layout ai Tombow... fa quasi primavera, non trovate? :p

"tombow" scrapbook layout by kushi per scrappiamoinsieme.blogspot.it

Nel post sul blog di Scrappiamo Insieme, potete leggere come è nato questo layout e cosa mi ha ispirato nella realizzazione... Ci sono ben due fonti di ispirazione per questa pagina, che avevo in mente da tempo. Il risultato mi piace molto, non escludo di ripetere in futuro!

"tombow" scrapbook layout by kushi per scrappiamoinsieme.blogspot.it

E' stato davvero divertente realizzare questo layout... Cercare piccoli dettagli da abbinare ad ogni colore, vedere come i colori di questi pennarelli sul bianco del Bazzill siano ancora più belli...

"tombow" scrapbook layout by kushi per scrappiamoinsieme.blogspot.it

....vi lascio giusto un ultimo dettaglio, per il resto correte sul blog!

"tombow" scrapbook layout by kushi per scrappiamoinsieme.blogspot.it

A presto!

venerdì 31 marzo 2017

punto della situazione | febbraio e marzo 2017

Come promesso, secondo appuntamento con il punto della situazione 2017. Sono passata ad una cadenza bimestrale, che ha molto più senso soprattutto se devo parlare di numero di layout e preferiti.
In linea generale in questi ultimi due mesi ho scrappato abbastanza, nonostante abbia lavorato per il corso a Rivoli ed abbia avuto poi degli impegni imprevisti nel mese di marzo. Già da adesso, senza aver ancora messo mano ai numeri , sono soddisfatta sia della quantità che della qualità di ciò che ho creato. Ho ritrovato il ritmo e l'ispirazione. Ho mantenuto delle promesse che avevo fatto a me stessa e sono riuscita anche a dedicare il tempo che volevo a questo blog.
Ma passiamo al dettaglio.

Layout
Il numero di layout che vorrei realizzare in due mesi è 7. Questo è il mio obiettivo e so che posso farcela, soprattutto dato che ho usato un espediente che mi darà la giusta motivazione... ovvero entrare in alcuni design team eheh (nei prossimi post ne parlerò nel dettaglio). Non c'è nulla di meglio di una bella scadenza per me che tendo ad impigrirmi o fare "macerare" per bene un layout sulla scrivania prima di decretare sia finito!
In questi due mesi ho realizzato 5 layout, numero più che soddisfacente considerando che in aggiunta ho realizzato anche un mini album e che ogni singolo progetto fatto mi piace moltissimo. Tra i layout però un posto speciale lo occupa la pagina sui miei adorati ranuncoli... anche Lorenzo, dopo aver visto la pagina per lui, ha detto che comunque i ranuncoli non si battevano! Mi dispiace, perché davvero adoro ogni pagina (due le vedrete a breve nei prossimi post) che ho realizzato. E adoro indiscutibilmente anche il mini di San Valentino. Il nuovo anno mi ha ispirata ;)

scrapbook layout "gift" by kushi | www.kkushi.com

Scrappin'planner
Confessione... è andato abbastanza male ahi! Sto lavorando ancora a gennaio, vergogna! Appena finito il mese ho iniziato subito l'organizzazione del lavoro: realizzazione della visione mensile, pagina di riepilogo e stampa foto. Ho iniziato con le prime pagine, ma ho dovuto dare la priorità ad altro ed ho accumulato un po' di ritardo che poi si è sovrapposto a quello di febbraio! Avevo una voglia pazzesca di iniziare con questo nuovo planner ma gli eventi sono stati sfavorevoli... Ho però tutto segnato, ho le pagine di riepilogo dei mesi già pronte, ho molti journaling già scritti e questo mi conforta. Devo solo dedicarmi alla parte "facile" ovvero quella scrapposa! Sarà la mia priorità per aprile.

Acquisti degni di nota
Paper clip Hazelwood by American Crafts
Beh... in questi due mesi mi sono rifatta di tutto il periodo di assenza di shopping scrapposo! Tra ScrapItEasy ed IlNegozioDellaMammaDiCle ho decisamente rifornito le mie scorte sia per quanto riguarda le carte ma soprattutto gli abbellimenti, di cui avevo davvero bisogno! Io sono un tipo che compra poco e soprattutto ragiona troppo sugli acquisti... Mi piace utilizzare tutto e trovo soddisfazione nel finire le confezioni. Con gli anni quel senso "è troppo bello non posso usarlo subito, lo conservo per qualcosa di speciale" è sparito, anzi... Con il tempo so perfettamente che quel qualcosa di speciale non arriva mai, perciò ora uso subito quello che mi piace di più!
Inoltre, la  mia paretina con gli abbellimenti inizia ad esser piena... quindi devo provvedere ad eliminare qualche confezione quasi terminata e trovare un'altra sistemazione. Con la primavera credo sia proprio il caso di fare "pulizia"! Ho un'intera cassettiera da riordinare, ma ho troppa paura di non uscirne!!! XD
Enamel dots Hazelwood by American Crafts
Ok, ma cosa ho apprezzato di più? Difficile, perché ho adorato ogni singolo prodotto, ma tra gli abbellimenti hanno un posto speciale gli enamel dots a forma di triangolo della collezione Hazelwood di AmericanCrafts. Ho la fissazione per gli enamel dots da tempo, tanto da aver voluto provare assolutamente anche il prodotto della Nuvo per realizzarli (ed è bellissimo, ma ho preso da Clelia solo un colore per ora...). Quelli con diverse forme non mi avevano convinto del tutto, fino a quando ho visto questi triangolari. Hanno il giusto spessore, dimensione perfetta ed i colori mi piacciono molto. Sempre della linea Hazelwood trovo deliziose le paper clip. Hanno delle forme simpatiche, il colore si abbina perfettamente ed hanno una buona consistenza (non sono leggerine). Non credo di avere le carte di questa collezione però. Ho fatto gli ultimi acquisti più ad istinto, senza star a cercare abbinamenti o altro.
Sono particolarmente soddisfatta anche della polvere da embossing della Nuvo, sempre presa da Clelia. Ne ho parlato qui. E non mi ripeto dicendo quanto amo le chipboard CratePaper, ormai ho deciso di prenderle a prescindere, tutte quelle che trovo ;) Ah e i puffy stickers di DearLizzy!!! Ok basta xD

Prodotto vecchio rivalutato
Sto utilizzando dei prodotti che tempo fa usavo regolarmente, ma non credo si tratti di rivalutare. Sono tutti prodotti che ho comunque sempre amato, come il twine ad esempio. Ho comprato per la prima volta il "rotolone" di twine, rosa e giallo (il giallo è in genere il colore che scelgo quando compro un oggetto in una sola tonalità, so che poi lo abbino sia con i rosa che con il color acqua). Ecco sì questo può essere il prodotto rivalutato, ma mi è sempre piaciuto ;)

Uso poco
Per forza di cose, un po' per il brush lettering, un po' per la Silhouette Cameo, ma anche perché ora come ora è facile trovare parole ritagliate su molti materiali (dal legno alla plastica, ma anche semplice chipboard), sto utilizzando meno i thickers. Utilizzando "meno" sia chiaro! Non li abbandonerò mai, quelli in foam rimangono ancora oggi per me i più belli!

Fissazione
Wood button Little You by Crate Paper
I bottoni in legno decorati sono la kushi fissazione del momento! Mi piacciono troppo, soprattutto questa versione della linea di CratePaper LittleYou con la superficie piatta! In realtà avevo inserito questi bottoni anche nella fissazione di gennaio, ma credo durerà ancora a lungo... A fargli compagnia ci sono le carte a pois... qualsiasi pois, ma soprattutto quelli irregolari o anche se invece di veri e propri pois sono delle piccole pennellate. Più in generale poi ho un debole per le carte con i pattern piccolissimi, meglio se tono su tono.

Combinazione di colori
Sono sempre ferma, da anni, al rosa/giallo/acqua, ma vedo la possibilità di introdurre delle varianti ogni tanto! Il recente amore per il blu e giallo mi fa ben sperare... Sto aumentando le scorte di materiale blu, quindi direi che potrebbe diventare una combinazione consolidata. Con l'arrivo della primavera e considerando il colore dell'anno Pantone, direi che non tarderà ad arrivare il verde. Ho già poi un profondo amore per un elemento di cui parlerò però in futuro...

Wishlist
Fujifilm Instax Share SP2
Concludiamo questo appuntamento con la wishlist! Negli ultimi mesi mi sono tolta qualche sfizio ed ho potuto spuntare delle cose dalla wishlist... Inoltre alcune delle mie priorità sono cambiate, quindi al primo posto ora c'è la Instax Share SP2. Sì, una stampantina... Milioni di anni fa avevo desiderato tanto la PoGo, che ora credo non esista più con questo nome ma ce ne sono altre, della Polaroid. La tecnologia Zink però non mi aveva conquistata per niente... Quindi ora mi piacerebbe provare la versione "come le vecchie Polaroid" della Fujifilm. Stampante ovviamente, preferisco sempre stampare poi con calma al bisogno...

Per questi due mesi è tutto! Spero che i prossimi siano altrettanto produttivi e pieni di ispirazione.
A presto!

martedì 28 marzo 2017

Koh-i-Noor | happy birthday card

Rieccomi per l'appuntamento mensile con Koh-i-Noor Italia. Per questo progetto ho realizzato una card di compleanno.

scrapbook card "happy birthday" by kushi per Koh-i-Noor Italia S.p.A. | www.kkushi.com

Ho usato come base una patterned paper, ricavando una finestra da cui far spuntare del Bazzill bianco su cui ho scritto con il Tombow 620 la parola "birthday". Ho decorato poi con fustellate varie ed una piccola scritta con il Fudenosuke soft tip.

Nel video potete vedere come realizzo la scritta e la sfumatura utilizzando una tonalità più scura, il numero 606, prelevata con il blender ed applicata sulla base chiara.



Alla prossima!

martedì 21 marzo 2017

chiacchiere scrap | cosa significa lo scrapbooking per me

Quando sono passata su questo blog, ricominciando in pratica da zero rispetto al precedente, mi è sembrato quasi di trovarmi in un posto non mio. Ho ripreso avendo un atteggiamento abbastanza distaccato e ci è voluto un po' di tempo prima che riprendessi a scrivere come ero abituata. Rimane però ancora un ambiente un po' freddino per me...
Ho deciso perciò di tornare a scrivere non solo mostrando ciò che creo ma parlando di scrap come facevo un tempo e anche un po' di me, vorrei mettermi in testa che non c'è nulla di male. Scrivo per me e per quelle persone che amano leggere le mie riflessioni, che a volte sembrano assurde pure a me, ma mi si dice che ho la mente contorta e questa mi devo tenere. :p

scrapbook mini album f by kushi | www.kkushi.com

Da Google Analytics vedo che ci son persone che passano su un mio articolo anche solo 10 secondi, credo il tempo necessario per guardare le immagini o almeno la prima. Il mio blog è anche per loro sia chiaro, spero che anche solo la foto della mia pagina o di un mini album comunichi qualcosa, senza bisogno di aggiungere altro.

In quelle poche parole sotto la mia foto nella colonna a lato spiego l'intento del blog: mostrare quel che creo e parlare di scrap. Il bello è che rimanda al link della mia pagina "about" ancora vuota. E' vuota perché ancora devo arrivare a quei contenuti. Mi sono presa tutto il tempo necessario per rimettere in sesto questo mio posticino e ancora non sono arrivata ad avere tutto pronto.
Ho stilato una lista dei post che mi piacerebbe scrivere e guardandola ho deciso di darle un minimo di senso e filo conduttore. Vorrei riproporre il manifesto scrap, a distanza di anni. Mi diverto da matti a leggere la prima versione e pensare alle differenze, a come sono adesso, come amo scrappare ora. Alcuni elementi non sono cambiati, altri molto. Però prima di scriverlo, volevo un post introduttivo sul perché faccio scrapbooking. Mentre il vecchio blog ha visto proprio la mia evoluzione nel diventare una scrapper, i post in cui scoprivo pian piano cosa amavo fare e capivo quale fosse la mia strada, qui voglio fare una riflessione confrontando il passato ed il presente. Questo magari mi aiuterà a tirar fuori un testo per la mia pagina "about". Quindi oggi mi chiedo prima di tutto cosa è lo scrap per me e cosa fa per me, in cosa mi è utile. Poi passerò al "manifesto".

Breve introduzione su come ho conosciuto lo scrapbooking... Nel 2006 mia zia tra varie riviste di decoupage, sbaglia e ne compra anche una di scrapbooking. Ovviamente questa attira subito la mia attenzione e sboccia l'amore eheheh Dopo aver cercato tutte le informazioni possibili sul web, faccio il mio primo ordine on-line da un sito francese che stampa anche foto. Mi ritrovo così verso la fine di agosto con un centinaio di foto stampate 11x15 cm ed un primissimo kit di scrapbooking con carte, abbellimenti, timbrini in gomma e realizzo il mio primo layout 30x30 cm. Ho iniziato così, senza dubbi sul formato. Non ho proprio preso in considerazione altre opzioni e questa scelta istintiva si è confermata fino ad oggi, più di dieci anni dopo. Con il tempo ho saputo apprezzare anche i mini album, le card un pochino meno... ma le ho almeno in simpatia dai!
L'introduzione doveva esser breve perciò mi fermo qui, ma in pratica è iniziato tutto come semplice hobby. Ma chi è scrapper sa che difficilmente rimane un "semplice hobby". Una cosa che si dice sempre è che esser scrapper è uno stile di vita ed è vero. Più in generale esser crafter è un mondo un po' a sé. Ci sono poi così tante possibilità... Ad esempio c'è chi non si trova con il raccontarsi che è intrinseco nello scrap, ma preferisce abbandonare foto e journaling per trovare un posto più adatto nello stamping, nel mixed media e via così. C'è anche chi si trova benissimo in tutte queste dimensioni contemporaneamente! Tanta ammirazione per chi lo fa! Io, per quanto assolutamente voglia avere una base di colorazione perché la trovo interessantissima e di mixed media lo stesso (al momento purtroppo non ne so quasi niente...), ho trovato la mia motivazione più profonda soltanto nel raccontarmi con le parole scritte. Da qui capisco che ciò che mi spinge a scrappare è proprio il racconto di me. Se non ho un journaling di base o una storia nella mia testa, non vado da nessuna parte. Nella vita ho sempre usato scrivere (milioni di diari segreti ehehe), per capire. Lo scrap è stata un'evoluzione un po' particolare in cui mi sono trovata perfettamente. Non riesco invece più a scrivere soltanto, senza scrappare. Sono due cose che non sono capace di dividere ormai.

Ma è un approccio purtroppo rischioso. Il mio più grande rimpianto in questi ultimi anni è stato il non aver saputo modellare questo approccio in un momento difficile.
Quando qualche anno fa mi sono chiusa in me stessa, perché stavo facendo qualcosa che non volevo fare, non ho saputo comunque parlare a me stessa o focalizzarmi sulle cose positive che avevo, attraverso le mie pagine. In parte ho volutamente abbandonato proprio lo scrap ed il mondo che lo circonda perché mi faceva male anche il semplice realizzare di non aver tempo da dedicargli e provarci ma non riuscire a concludere nulla. Ho voluto così stroncare ogni cosa. Me ne pento ancora oggi, ma ricordo perfettamente la difficoltà. Difficoltà con cui sto combattendo ancora.

scrapbook mini album f by kushi | www.kkushi.com

Un bel giorno ho deciso di smetterla e riprendere, anche se di cattivo umore, anche se non riuscivo con i tempi. Non ho fatto quasi in tempo a pensarlo, che improvvisamente è morto mio padre. Tutto il periodaccio precedente era nulla a confronto... ho subito provato lo stesso a riprendere, per reagire. E' durato forse un mese ed ho dovuto smettere di nuovo. Non ho mai scritto pubblicamente cosa fosse successo, non sono il tipo che riesce a parlare di qualcosa quando è un dolore forte. Non riesco a parlarne neanche adesso, infatti lo confondo tra le righe che leggerà chi avrà passato i dieci secondi, chi vuol vedere dove voglio andare a parare.
Lo scrap come lo concepisco io è così legato all'intimo, anche se non tutte le mie pagine parlino di chissà quali argomenti profondi... ripeto, è il legame che ho con il mio processo creativo, con quel che faccio. Realizzare un layout è un processo molto lungo, che non inizia quando mi metto alla scrivania. Parte guardando mille foto e scegliendone una che in quel momento mi ispira e prosegue chiedendomi cosa voglio dire con quella foto. Non faccio altro, chiedermi sempre cosa voglio comunicare a me stessa, anche a distanza di anni. Quando ho chiaro almeno il senso (non devo avere per forza già pronto un journaling) inizio. Inizio con un'idea da provare, un esperimento con qualche materiale. Non termino mai senza prima aver scritto però il journaling. In un libro di anni fa, Ali Edwards consiglia di non dire mai "il journaling poi lo aggiungo" perché non avverrà... ed è vero.
E mentre scrivo, racconto a me e a chi capiterà di leggere le mie parole. E sto meglio, mi libero del peso dei pensieri. Sto amando lo scrappin'planner proprio per questo. Nel formato del planner posso inserire buste in cui raccontare anche eventi meno piacevoli che in un layout è difficile fare, cose che non hanno foto, pensieri molto più immediati. Posso anche scriverli apertamente nelle pagine ovviamente. Basta solo non fotografarle poi, se voglio tenerle solo per me ;)
La domanda "voi scrappate anche ciò che vi fa stare male? Raccontate le storie "tristi"?" è sempre stata fatta, è inevitabile arrivare a questo dubbio prima o poi. Io ho sempre risposto di no. Non scrappo il fatto di per sé, al massimo posso parlare di un aspetto di me stessa riguardo a quella difficoltà, il modo in cui ho affrontato il problema. Cerco sempre di portare il racconto sulla positività. Perché lo scrapbooking è la mia isola felice e voglio guardare con positività quello che racconto. Non sempre sono riuscita però... da qui il blocco. Ed è questo il mio impegno per il futuro.

scrapbook mini album f by kushi | www.kkushi.com

Qualche mese fa mi è stato chiesto quanto tempo io dedichi allo scrap. Non ho saputo rispondere all'istante. Ricordo solo che ho fatto una faccia tra lo stupito e l'ovvio nel dire "tutto il mio tempo", è la mia vita. Non ricordo se ho detto anche la seconda parte, però ricordo un vago senso di vergogna eheh Ma è vero. Vorrei riuscire a trovare il modo un po' più "leggero" di usare lo scrapbooking anche nei momenti difficili (ho una certa tendenza alla pesantezza purtroppo...). Vorrei anche non permettere agli eventi di cambiarmi. Magari è solo lì il segreto. Ci sto provando, so superare le difficoltà... il resto verrà da sé.

Lo scrap è per me la felicità, qualcosa in cui riesco, qualcosa di cui non posso far a meno, che mi fa brillare gli occhi, che mi entusiasma... ed ora che ho ripreso, ormai da più di un anno, non ho alcuna intenzione di smettere di nuovo, nonostante tutto. E' una promessa che faccio a me stessa...

E cosa significa per me... a parte gli occhi che brillano mentre mi dedico a creare qualcosa (forse basterebbe anche solo questo, no?), mi aiuta a parlarmi ed aiuta la mia memoria corta! Credo poi che stia tutto qui il motivo per cui mi trovo più a mio agio a fare layout o mini album e non card ad esempio oppure home decor. Ci sono sempre eccezioni anche in questo caso, se si ha un destinatario o si fa una card generica... Oppure nel caso dei mini album mi piace farli se sono destinati ad una persona speciale. Per me invece non riesco a farli ehehhe. Unica eccezione è questo mini di cui ho posato solo poche foto rappresentative... è del 2011 e sono davvero contenta di averlo fatto. Parla dei miei aneddoti da bambina. Non l'ho mai pubblicato prima, perché si trova nel terzo numero di Scrappinize Magazine (pagina 39), non so se qualcuna ricorda questa rivista, ennesima mia avventura con Rosy!

Ma ora basta così, ho farneticato a sufficienza. Questo è stato il post più difficile da scrivere che mi sia mai capitato! Prossimo appuntamento con le chiacchiere, sicuramente più semplice... il mio nuovo manifesto scrap!