lunedì 13 novembre 2017

scrapbook layout | "once a week" per Scrap It Easy

Buon inizio settimana! Anche se il tempo è pessimo... ed io devo fotografare dei progetti! Spero ci sia uno spiraglio di luce per approfittarne eheh
Nuovo layout sul blog di Scrap It Easy, una foto di una giornata di sole di fine giugno che mi ricorda subito il caldo infernale della scorsa estate che a confronto... la pioggia di oggi non è più tanto antipatica.

scrapbook layout | once a week by kushi per Scrap It Easy www.kkushi.com

Sul blog di Scrap It Easy trovate il processo creativo, qui vi racconto questa foto... di un ospedale eheh! L'ho scattata con il cellulare mentre aspettavo di fare una medicazione. Più volte ho accennato di non esser stata bene in questo periodo ed in molte in realtà sapevano cosa stesse accadendo. Non ne ho mai parlato apertamente non perché volessi nascondere la cosa, ma semplicemente perché non è capitato o non avevo molto da dire al riguardo. Però mi ha fatto piacere, qualche settimana fa, condividere la gioia di aver finito la parte più pesante delle cure ed ora mi sento un pochino più "leggera" nel parlarne. A fine febbraio, non so se ricordate il mio corso da Clelia... la sera della prima giornata, tornata in albergo, mi stendo sul letto e sento qualcosa di strano al seno... sul momento, lontana da casa e da sola, mi sono data una spiegazione che mi tranquillizzasse e sono andata avanti senza pensarci. Al mio ritorno a casa ho fatto dei controlli e quel che ne è uscito ha lasciato pochi dubbi. Sono stata operata dopo circa 20 giorni. L'operazione è andata molto bene, così anche il periodo successivo in attesa dei risultati dell'esame istologico, che hanno confermato quanto si era visto in sala operatoria. Da lì a poco la prima visita oncologica e l'inizio della chemioterapia, durata 6 mesi, terminata a fine ottobre. A dicembre inizio la radioterapia. Seguirà poi il classico iter dei 5 anni.
Quando ho pubblicato questo post su cosa sia lo scrap per me, che ha toccato molte di voi, ero in clinica per l'incontro con l'anestesista pochi giorni prima dell'intervento. Il mio augurio di non abbandonare lo scrap nuovamente in un periodo difficile, ma utilizzarlo per aiutarmi era riferito a tutto questo. E sono orgogliosa di dire che ce l'ho fatta. La cosa più importante che dovevo fare in questo periodo era non farmi prendere dallo sconforto e ce l'ho fatta alla grande ;) Non so neanche io come sia successo, perché mentre vivevo tutto questo non ho mai avuto bisogno di "darmi forza", ho affrontato tutto con estrema naturalezza e positività. C'è da dire che sono stata fortunata sotto molti aspetti, primo tra tutti il non esser mai stata sola. ho avuto Lorenzo accanto a me per tutto questo anno in pratica, non mi ha mai lasciato sola, è stato un aiuto per me grandissimo e anche per mia madre. Ho avuto medici ed infermieri fantastici, mi sono trovata bene in tutte le strutture in cui sono andata (ho fatto operazione, terapia e medicazioni in tre strutture diverse). Certo, la chemioterapia non è facile, ci sono stati dei momenti in cui mi è sembrato che il mio corpo si stesse decomponendo eheh ma ho trovato nella ciclicità (si dice??) degli effetti la mia tranquillità. Sapevo che dopo tot giorni passavano i dolori, il giorno x era l'ultimo di nausea, ecc. peccato aver scoperto che il caffè peggiorava la mia nausea solo a metà percorso! Ho affrontato tutto senza leggere nessun commento di altre persone, senza cercare su internet... giorno dopo giorno, cercando di continuare la mia vita con tutte le forze, con gli occhi puntati verso la fine. E con i miei amati impegni scrap, che ho cercato di mantenere. Avrete visto che sono in più di un design team, forse troppi... ma l'ho fatto esattamente perché lo scrap è la mia cura. E sembra strano, se non assurdo, che ripensando a questo periodo vedo me stessa felice.
Non dimentico che ho avuto una situazione molto favorevole, l'intervento ha rimosso tutto, sono giovane (anche troppo mi hanno detto) e sicuramente il mio corpo ha più forza per reagire. Ci sono delle donne che hanno avuto situazioni molto meno facili della mia, che hanno comunque reagito e trovato una grande forza nonostante tutto.

Ma insomma, questo layout?

scrapbook layout | once a week by kushi per Scrap It Easy www.kkushi.com

Parla di un aspetto di tutto questo percorso che mi ha messo a dura prova... il famoso "tubo" o meglio Picc, dispositivo di accesso venoso, che ho portato per 5 mesi. In pratica permette di fare la terapia senza dover utilizzare le vene del braccio che ne risentono terribilmente. E' una salvezza, davvero. Ma questo lo dico ora! All'inizio mi ha terrorizzato un bel po', perché ho tendenzialmente una certa avversione per i "tubi che escono dal corpo". Stessa cosa per i drenaggi che avevo dopo l'operazione. Ma questo in particolare è stato un po' il manifestarsi ai miei occhi della malattia ed è stato un po' come se concentrarmi su questo aspetto mi distogliesse dal resto. Ma ho avuto, anche in questo caso, dei medici favolosi. Anzi un vero e proprio team, dato che chi si occupa di ciò che riguarda questo dispositivo si chiama proprio Picc Team! E lì posso dire di esser stata trattata davvero come una mascotte, il medico che mi ha seguito mi ha rassicurato dal primo giorno ed è davvero stato di conforto. Dato che la medicazione (serve cambiare il cerotto, disinfettare e controllare che tutto funzioni) deve esser fatta ogni settimana, questo è stato il luogo che ho frequentato di più in questi mesi di terapia. Ogni settimana (titolo del layout) ero lì ed era sinceramente il posto in cui ero più contenta di andare. Sono molto affezionata a quel luogo...

scrapbook layout | once a week by kushi per Scrap It Easy www.kkushi.com

Così gli ho dedicato una pagina del mio album, in cui il bianco non può mancare assolutamente, per me è luce e positività. E' la terza pagina che creo su questo periodo. Avevo pensato anche ad un mini album in realtà. in cui inserire tutto ciò che ho scritto in questi mesi. Non ho molte foto, ma mi farebbe piacere racchiudere tutto in un unico lavoro scrap. Vedremo.

scrapbook layout | once a week by kushi per Scrap It Easy www.kkushi.com

Non sono un tipo dai grandi messaggi... però nel mio piccolo ho potuto vedere davvero quanto la positività ed il rimanere attaccati a ciò che ci fa star bene fa tutta la differenza e permette di fare grandi cose. Tutta questa situazione ha avuto aspetti difficili, dolore e cambiamenti permanenti, ma ce la si fa.

Alla prossima!

9 commenti:

  1. Federica, io ti stimo moltissimo come creatrice. Ma l'idea che ho di te in questo campo non è nulla a confronto con quello che penso di te come persona. Quando me lo hai raccontato per la prima volta (chiaramente io mi ero fatta una figura di merda) mi sono chiesta come fosse stato possibile passare tutto questo senza che nessuno sapesse nulla..e poi mi sono chiesta "come farà in cosi tanti DT"? Ora ho capito la ragione. Ma la lezione più grande che mi stai dando ora è che si possono scrappare le cose tristi. Perché te lo dico. Io in quei momenti non faccio foto. Sono talmente annientata dal dolore (spesso non fisico) che non mi verrebbe mai in mente di metterlo su carta questo dolore. Un po come se dovesse essere taciuto. un come se non imprimerlo su carta lo sconfigga prima. Invece è proprio quando ci passi sopra che forse lo vinci. Ti voglio bene. Ma credi di avertelo già detto. Trovo la foto atroce seppur con colori meravigliosi... mi ricorda la matrigna cattiva del libro di Rosy. Per il resto... grazie di quello che ci regali..

    RispondiElimina
  2. grande donna!...sai che all'estero lo scrapbooking è proprio utilizzato come arteterapia, da noi ci sono esperienze sporadiche, tu sei una testimonial perfetta

    RispondiElimina
  3. Ti ammiro per aver condiviso con questo momento difficile... questo layout bellissimo acquista un significato diverso... un abbraccio ♥️

    RispondiElimina
  4. Grazie Federica... il tuo racconto è lucido e si avverte davvero la tua positività che penso abbia aiutato in un momento non facile.
    Sono davvero contenta per te che il peggio sia passato.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Dolce Federica,penso che le persone, alcune, possano insegnarci molte cose...alcune lo fanno involontariamente, semplicemente...vivendo...ecco tu oggi a me hai insegnato la forza. La forza che pochi, pochissimi hanno. Spero un giorno di poterti incontrare. Sei speciale ❤

    RispondiElimina
  7. Federica, non so che dire se non che sei un'artista straordinaria e ti mando un grosso abbraccio, continua ad essere così come sei!

    RispondiElimina
  8. Federica io non conoscevo la tua storia...ho visto il layout sul blog di Scrap it easy ed ho subito pensato che ci fosse qualcosa di molto delicato dietro....era u layout leggero ma con un muro e una finestra...quasi per guardare attraverso il goglio. Ora ho letto qui...e ne vedo tutta la fragilità ed al tempo stesso la forza. Non so cosa voglia dire fare il tuo lercorso..io lho9 vissuto da mamma..ma credo che la tua tenacia abbia colorato quel periodo. Buona vita

    RispondiElimina